BATTE FORTE IL CUORE GIALLOROSSO

In una bella serata d’estate si sono radunate una settantina di persone, presso il nuovissimo chiosco del parco giochi di Alte, per la presentazione della prima squadra giallorossa.

 

Il presidente Chiari ha preso la parola esprimendo la propria felicità per due motivi:

Il primo perché la presentazione della prima squadra rappresenta, per una società,  l’inizio ufficiale di una nuova stagione calcistica. “Credo che dopo i mesi che abbiamo passato, parlare di ripartenza sia sicuramente importante. Questo subdolo virus ha danneggiato dei settori importanti della nostra società, settori economici e sociali. Ha bloccato le relazioni. Ci ha reso diffidenti anche di fronte ad un abbraccio o ad una stretta di mano. Sono consapevole che le attività sportive siano meno importanti di tutto questo, ma è anche vero che lo sport è una fra le attività più salutari, divertenti e importanti che l’uomo può compiere. Esso è salutare, perché offre numerosi benefici al nostro corpo e alla nostra mente. Da questa serata cominciamo a fare un ulteriore passo verso la normalità, cominciamo a ripensare al calcio giocato”.

 

Il secondo motivo di felicità per il presidente Chiari è rappresentato dal luogo dove la presentazione delle Alte Calcio si è svolta. “Fare la presentazione della prima squadra qui significa per noi Alte Calcio rafforzare il legame con la cooperativa Piano Infinito di Montecchio. Legame che è nato ad Ottobre 2018 con il calcio inclusivo e che si è rafforzato talmente tanto che contiamo un gruppo di oltre 30 persone con disabilità che si trovano ogni mercoledì sera al campo per allenarsi e giocare insieme. Piano infinito è una cooperativa ricca di entusiasmo, idee e risorse umane. Questo chiosco che hanno ristrutturato e cominciato a gestire rappresenta un ulteriore grande passo verso l’inclusione sociale di persone diversamente abili”

 

Il presidente Chiari ha sottolineato il fatto che quello a cui aspira sempre è l’essere circondato da collaboratori che siano più bravi di lui nel loro settore di competenza. Proprio in quest’ottica, quando c’è stata la necessità di scegliere il direttore sportivo ha pensato ad una persona, che dava grandi garanzie comportamentali e morali, oltre che una grande conoscenza del calcio della nostra categoria. E’ per questo motivo che la scelta è caduta sul capitano e trascinatore degli ultimi anni della squadra giallorossa Cristian Jeraci

 

La parola è poi passata al  nuovo Direttore Sportivo che ha presentato i ragazzi della prima squadra.

La Rosa: Portieri:  Pagliarulo Michele (86), Salmaso Paolo (99 dalla Rocca Altavilla); Difensori: Carlotto Giacomo (93), Chiari Denis (86), Fantin Gianluca (97), Melon Gianluca (92), Tovo Andrea (90 dall’Arcugnano), Zuccon Carlo (98 dal Grancona), Nicola Ghiotto (dalla La Contea)  Centrocampisti: Bovolini Francesco (90), Dalla Bona Nicola (92 dal Real San Zeno),  Ebeye Friday (88), Glavaz Filippo (94 dall’Arcugnano), Negro Alberto (95), Sartori Stefano (98); Vantin Simone (2003) Attaccanti: Bernardi Andrea (90 dall’Arcugnano), Bordonaro Giulio (91), Fedele Thomas (91 dal Chiampo), Marzotto Sebastiano (2003), Sarr Malik (94), Schenato Valentino (91), Sottoriva Samuele (91 dal Montebello)

Allenatore:  Ciro Vicari; vice Allenatore Enrico Peotta;  Collaboratore Cristian Fuin; Dirigente Attilio Berti, Massaggiatore Maurizio Castagna.

Dopo la presentazione della squadra il presidente ha presentato “la sua squadra”, i membri del direttivo e lo staff

Andrea Fochesato (Vice Presidente)

Ezio Marchetto (Segretario)

Claudio Vantin (Addetto ai campi da gioco e manutenzione)

Nicola Quaggiotto (Dirigente con compiti nel settore giovanile + Tuttofare)

Roberto Chiari (cuoco)

Rudy Bevilacqua (cuoco)

Giorgio Nicente (Cassiere)

Cristian Fuin (Team manager)

Lino Vivian (Responsabile tesseramenti)

Adriano Peotta (Cuoco)

Attilio Berti (Team Manager)

 

Sono intervenuti durante la serata dei personaggi che sono stati importanti per la società giallorossa. Una rappresentanza dei molti giocatori, allenatori, ma soprattutto uomini che hanno fatto grande le Alte Calcio. Anche se non giocano o non ricoprono più dei ruoli all’interno della struttura, portano ancora i colori giallorossi nel cuore. L’invito è stato fatto dal presidente Chiari proprio perché il suo grande sogno è quello che anche tra i ragazzi della prima squadra, possa crescere quell’amore e quello spirito d’appartenenza che ancora loro si portano sempre dentro.

Cristian Dori, attuale allenatore del Vicenza Calcio femminile: “sono un ragazzo di Alte e devo le mie fortune calcistiche alle esperienze che ho fatto in questa società.”

Fabio Gecchele, storico capitano della promozione dalla terza alla seconda categria: “ho sempre e solo vestito la maglia giallorossa dai pulcini fino all’ultima partita disputata con la prima squadra. Anche se ora vivo e alleno a Verona porto sempre dentro di me i colori giallorossi”

Gianfranco Mensi, fantasista e punto di forza della squadra di Alte che nel 1969 ha vinto il titolo tricolore dilettanti: “quando abbiamo compiuto quell’impresa, la nostra forza era il gruppo e l’aiutarsi l’uno con l’altro. Se un vostro compagno è in difficoltà aiutatolo non una ma due volte, così si ottengono risultati insperati”

E’ stato poi il momento di mister Vicari che ha espresso la sua soddisfazione di far parte della famiglia giallorossa. Sente la responsabilità di dare tutto e di far dare tutto ai suoi ragazzi per rispetto del grande lavoro, passione e professionalità che ha imparato a conoscere ad Alte. La preparazione comincerà il 18 Agosto e le prime amichevoli sono già state fissate. Ha poi portato anche il saluto del suo vice (altra bandiera delle Alte Calcio), Enrico Peotta, assente alla serata per motivi di lavoro.

 

Il presidente Chiari ha chiuso la serata con una considerazione: “Sono consapevole che mister Vicari ha avuto poco tempo durante la scorsa stagione per conoscere l’ambiente e la squadra. Quest’anno ci sono ben 10 ragazzi nuovi, mezza squadra è stata cambiata. Abbiamo anche abbassato l’età media della squadra di quasi tre anni. Quindi sarà un anno transitorio dove il mister dovrà conoscere i ragazzi e i ragazzi dovranno entrare nel gioco e nella mentalità del mister. Quello che però chiedo a questa squadra e a tutto lo staff è di non mollare mai durante le difficoltà che si incontreranno nelle partite, di giocare per divertirsi e per far divertire il pubblico e tutti noi e come già detto più volte di onorare la maglia giallorossa. Non mi resta che augurarvi BUONA ESTATE A TUTTI VOI e SEMPRE FORZA ALTE